Are you the publisher? Claim or contact us about this channel


Embed this content in your HTML

Search

Report adult content:

click to rate:

Account: (login)

More Channels


Channel Catalog


Channel Description:

( la creatività è una medicina )

older | 1 | .... | 13 | 14 | (Page 15)

    0 0
  • 06/10/17--23:33: Article 0


  • 0 0

    Avevo un copripiumino a righe, di un tessuto molto leggero, quasi trasparente (il cotone che gira ultimamente:" raro ti vedospesso ti ricordo"), preso in offerta, ma che usavo poco per una serie di motivi. Mi sono resa conto, così, all'improvviso, che era perfetto per ricavarne delle tende di cui avevo bisogno, le misure c'erano tutte e anche i colori erano quelli giusti. Tutto ok! 
    La trasformazione poteva cominciare! ;)


    Ho eliminato subito le cuciture (mettendo il copripiumino sul pavimento) per ottenere due tende uguali in base alle misure delle mie finestre (cosa abbastanza semplice perché si tratta di un rettangolo di stoffa messo doppio). Per spezzare un po' la monotonia delle righe, ho deciso poi di inserire una striscia di pizzo bianco (riciclata anche lei). 
    Ho tagliato la tenda a metà (nel senso della larghezza), ho stirato una piega di circa 1 centimetro rivolta verso il diritto (su tutte e due le parti) e poi ho cucito il pizzo sulla piega.


    Ho appoggiato il margine della striscia di pizzo sopra la piega della tenda, (sul diritto del lavoro), 
    ho cucito con un punto zig zag passando sopra il pizzo 
    e cercando di rimanere sul margine della piega.


    I lunghi orli laterali li ho cuciti a punto diritto, con il piedino orlatore
    Questo piedino, spesso in dotazione con la macchina, prende il tessuto e lo piega leggermente creando un mini orlo insieme alla cucitura. Ci sono diversi tutorial ben fatti dove capire come funziona, ma va detto che non è così semplice da usare e solo con un po' di esperienza si riesce a ottenere un orlo diritto e piegato correttamente, senza contare che il punto d'inizio è piuttosto laborioso. Questo, per dire che non mi sento di consigliarlo a tutti. 
    Certo, è molto comodo per fare gli orli infiniti delle tende!


    Nella parte superiore ho fatto unorlo semplice di circa due centimetri e poi ho appeso la tenda con ganci e anelliPer l'orlo alla base, ho piegato la stoffa un po' di più, circa 7 centimetri (la misura della striscia di pizzo) anche per dare più peso alla tenda e farla "cadere" meglio. 


    Ho cucito una seconda tenda, questa volta divertendomi con la "spighetta" gialla, 
    una passamaneria stile vintage che mi mette allegria.
     L'ho cucita direttamente sopra la riga bianca della tenda con il punto diritto
     (con la spighetta bassa il punto zig zag non mi piace perché si vede troppo). 


    Sono proprio contenta del risultato!
     La tenda copre un po' di più, cosa utile in questa stagione, senza impedire il passaggio della luce. E poi ho dato un senso a quel copripiumino che occupava solo posto nell'armadio! 
    Che soddisfazione! :)



    Condivido foto e testi delle guide solo per uso personale. 
    For personal use only.

    0 0
  • 06/18/17--01:53: Article 0


  • 0 0

    Con una passamaneria di canapa, un nastrino e qualche cuore di legno possiamo creare dei graziosi braccialetti da annodare al polso, magari per un'occasione speciale, come nel mio caso:
    li ho preparati per le testimoni di un matrimonio estivo un po' shabby e un po' boho.

    Il materialeè tutto qua: nastro di canapa e pizzo bianco (si trova già pronto ma si imita facilmente), nastrino piccolo rosso e cuori di legno dipinti di rosso.
    Con poca colla a caldo e la macchina per cucire assembliamo il tutto.
    Sicomincia tagliando delle mini strisce di canapa e nastrino sottile da cucire insieme:
    ➜ cm 14 per le strisce di canapa, che devono essere almeno un centimetro più corte della misura del polso; 
    ➜ cm 42 (il triplo) per il nastrino rosso, che dovrà "avanzare" di almeno 14 centimetri da entrambi i lati della canapa. 
    Si continua con una cucitura e si finisce incollando il cuore. 
    Scorrendo le foto non ci sarà bisogno di altre spiegazioni.




    Il braccialetto verrà annodato con il nastrino rosso che formerà due lunghe "code".
    (Conto di ricevere presto qualche foto dalla sposa, per vederli indossati e aggiornare il post!).




    --- Condivido foto e testi solo per uso personale---
    --- For personal use only ---

    0 0
  • 06/25/17--01:52: Article 0


  • 0 0

    Con due magliette di taglie diverse, ad esempio S e XL, ma dello stesso colore e modello, possiamo "ricostruire" una nuova maglia con misure e modello adatti a noi. 
    Ad esempio: più piccola nella parte superiore (S) e più larga / lunga nella parte inferiore (XL).


    L'orlo al fondo delle mie maglie era arricciato con un elastico, ma non mi piaceva e così l'ho scucito, stirato e ricucito piatto (solo per la XL). "Manovra" rischiosa che non ripeterei più, perché quando si scuce la maglina è quasi impossibile non fare buchi (questa volta sono stata fortunata) e lanuova cucitura tende ad arricciarsi. Meglio essere certi che l'orlo delle nostre maglie da reinventare ci vada bene così com'è (almeno quello della maglia che farà da "parte sotto").


    Nella prima fase, quando dobbiamo tagliare (a rovescio) le due magliette, la maglia più grande (nel mio caso XL)  l'ho tagliata proprio sotto lo scalfo manica (foto a sinistra), mentre la seconda maglia (- foto a destra), l'ho tagliata a circa 10 centimetri sotto la cucitura delle maniche. 
    Dove fare il taglio, però, dipenderà sempre dalle misure (più lunga o più corta) e dal modello che vogliamo ottenere (svasato - diritto - arricciato). Dovrebbe essere deciso prima, per poter scegliere la maglia più adatta allo scollo e quella giusta per i fianchi.
    Potrà esserci di grande aiuto una maglia di riferimento che ci piace.
    Nel mio caso, la maglia XL mi servirà per la parte lunga inferiore e la S per lo scollo. 


    Le due parti utili (XL per il sotto - S per il sopra), devono essere predisposte per la cucitura.
    Le ho sistemate come si vede in foto: XL (a rovescio) sotto, (rimessa a diritto) sopra. 
    Se la parte XL è molto ampia e non riusciamo a far combaciare il perimetro con quello più corto della S, possiamo arricciarla leggermente (o fare delle piccole pieghe anche solo al centro), oppure tagliare lungo i fianchi e ricucirli in base alle misure necessarie, come ho fatto io.


    Faccio combaciare sui margini le due parti da unire (1) e poi le fisso con gli spilli. 
    Parto dalle cuciture e continuo dal centro, segnato in precedenza con spilli o matita.
    Dopo la prima cucitura a macchina a punto diritto e con il filo sintetico,
    ripasso con una seconda cucitura, iniziando dalla parte opposta e sull'altro lato (2)
    Tiro fuori la parte con lo scollo e riporto a diritto (3).


    Stiro per appiattirele cuciture e lascio appesa la maglia a un omino
    perché le fibre si adattino meglio all'orlo e alla nuova forma.

    Altre "trasformazioni" di magliette che potrebbero interessarti
    (Clicca sulle foto)





    --- Condivido foto e testi solo per uso personale---
    --- For personal use only ---

    0 0
  • 07/02/17--01:37: Article 0


  • 0 0

    Avete presente l'interno delle confezioni dei crackers o di alcuni biscotti? 
    Sono argentate, luminose, impermeabili e spesso molto resistenti.
    Mi sono sembrate l'ideale per creare delle classiche barchette da riempire con piccoli dolci, macedonia, frutti di bosco oppure olive, mini biscotti, ecc.per abbellire la tavola estiva.


    Meglio piegare la confezione a metà per due volte (lasciando la stampa all'interno) 
    così la barchetta viene tutta argentata. Nel collage qui sopra vedete le prime pieghe.
    Non ho messo altre foto, perché mi sono resa conto che con questo materiale le pieghe non si vedono, ma in fondo al post, trovate un link molto chiaro con le spiegazioni passo passo
    (anche su You tube se ne trovano per tutti i gusti).


    Finite le pieghe, se necessario, fissiamo le punte e/o i risvolti con qualche punto metallico e poi possiamo completare la barchetta con uno stuzzicadenti e un ritaglio di nastro adesivo colorato. 


    Se è abbastanza grande, può diventare un segnaposto o un mini contenitore per rallegrare la tavola. Magari per una festa di compleanno?


    E... dopo pranzo...si gioca un po'!

    Link utili
    Classica barchetta di carta come la mia (da un rettangolo): wiki How
    Barchetta a due vele facilissima (da un quadrato):Creare con la Carta
    Barchetta a due vele completa (da un quadrato):Damigella Chicca



    --- Condivido foto e testi solo per uso personale ---
    --- For personal use only ---

    0 0

    È propriolacoda l'elemento importante di questo sacchetto.


    E poi l'occhio, d'accordo, e la forma che diventa rotonda quando si chiude.
    L'ispirazioneme l'ha regalata il negozio on line: Sandiasandia.
    Come resistere alla tentazione di imitare i suoi simpatici sacchetti-pesce?


    Per la mia versione semplificata, 
    ho iniziato disegnandoilcartamodello su un foglio piegato a metà.

    Ho posizionato il cartamodello su due pezzi di cotone, sistemati diritto contro diritto 
    e poi ho tracciatoil perimetro del pesce con una matita. 
    Con l'aiuto di qualche spillo, ho fissatole stoffe e ho anche segnato
    dove partirà la cucitura, a circa 5/6 centimetri dai margini del lato diritto.
    Mi spiego meglio.

    La prima cucitura l'ho fatta sopra la traccia della matita, 
    ma ho lasciato 5/6 centimetri aperti dai margini del lato diritto (l'apertura):
    così potrò cucire la coulisse di passaggio per la fettuccia.
    Ho tagliato via la stoffa in più a circa mezzo centimetro dai punti.


    Sui centimetri rimasti aperti, ho fatto una cuciturazig zag per fermare i fili.
    In alternativa, si può fareun mini orlo che "va a morire" all'incontro con la cucitura.


    Sempre con il punto zig zag, horifinito i margini intorno alla prima cucitura.

    E per finire, ho cucito l'orlo sui due lati rimasti aperti, formando una coulisse di circa cm 2:
    ho piegato prima un centimetro di tessuto e poi quello necessario ad arrivare alla cucitura.


    Riportato il sacchetto a diritto, ho disegnato l'occhio con un pennarello per tessuto
    e ho fatto una cucitura diritta alla base della coda per chiudere il fondo (vedi freccia).


    Per la chiusura, ho infilato due pezzi difettuccia di maglina dentro la coulisse.


    Equando tiro la fettuccia...ecco che il mio pesciotto prende forma!
    (Meglio fare l'apertura un po' piùpiccola della mia, così non si formano troppe pieghe sulla coulisse e si vedono bene l'occhio e la sagoma del pesce).


    Il modello funziona benissimo anche più piccolo:
    può diventare una mini borsetta o un porta cellulare da sfoggiare inspiaggia.
    Insomma...impossibile non provare a cucirne almeno uno, non vi pare?  ;)
    (Fatemi sapere se sono riuscita a contagiarvi!).


    --- Condivido foto e testi solo per uso personale ---
    --- For personal use only ---

    0 0
  • 07/16/17--01:38: Article 0


  • 0 0

    Un astuccio utile in viaggio ma anche a casa per tenere in ordine piccoli cavi e prese elettriche.
    Il progetto è di: Thimblemouse & Spouse (thank you) 
    ed è perfetto per i principianti e per chi ha pochissimotempo per cucire.


    Cominciamo subito ritagliando 5 cerchi uguali(il mio diametro è di circa cm 14).
    Suggerisco di tagliare uncerchio solo in un tessuto abbastanza pesante 
    (ad esempio tela jeans) da usare come base .


    Poi si tratta dipiegare 4 cerchi a metà e di posizionarli come si vede nel collage,
    diritto su diritto, sopra un cerchio base. Volendo, possiamo 
    appoggiare sul cerchio base un'asoladi fettuccia (prima foto). 
    Mano a mano, fissiamo i cerchi con gli spilli, lontano dai margini.
    L'ultimo cerchio verrà inserito per metà sotto il primo.
    Finita la posa dei cerchi, giriamo il tutto arovescio e tagliamo via il tessuto 
    che spunta fuori dal cerchio base. Ora siamo pronti per l'unica cucitura curva, ma niente paura!


    Posato il piedino a filo del margine, facciamo una cucitura a punto diritto, seguendo il perimetro del cerchio. Procediamo lentamente, premendo il tessuto con la mano libera.
    (Per altre informazioni sulle cuciture curve vi rimando a questo mio tutorial).
    Controlliamo che anche a rovescio sia tutto a posto, altrimenti ripetiamo la cucitura.
    Riportiamo a diritto spingendo bene ogni cerchio sulla circonferenza.


    L'astuccio è pronto.

    Ci infileremo un singolo cavetto arrotolato che finalmente resterà a posto
    e sarà riconoscibile a prima vista.


    Oppure potrà essere personalizzarlo con un pennarello indelebile.
    Con 5 cerchi più piccoli (anche 6 se vogliamo fare doppio il cerchio base),
    avremo un mini astuccio per gli anelli o piccoli oggetti.
    (Mi sembra una buona idea anche per la confezione regalo di bijoux).



    --- Condivido foto e testi solo per uso personale ---
    --- For personal use only ---

    0 0
  • 07/23/17--06:16: Blog in pausa estiva
  • Arrivederci afineagosto con un nuovo post.


    Ma...io sono qui...dietro il monitor...
    ad aggiornare vecchi articoli e rinfrescare un po' il blog.

    (Anche tu alle prese con blogger? 
    Hai qualche problema?
    Scrivimi che vediamo di risolverlo insieme).


older | 1 | .... | 13 | 14 | (Page 15)